Sabato 13 e Domenica 14 maggio 2017

In occasione di Open House Milano 2017: al via il progetto “Milano Attraverso”

Anche quest’anno Palazzo Archinto apre le sue porte all’iniziativa di Open House Milano, l’appuntamento annuale che rende accessibili architetture e spazi della cultura normalmente chiusi ai visitatori. La nostra adesione ha questa volta una motivazione speciale: è infatti la prima occasione per presentareMilano Attraverso. Persone e luoghi che trasformano la città. Il progetto, ideato dall’ASP Golgi-Redaelli, sostenuto da Fondazione Cariplo e da Fondazione AEM e condiviso da numerose istituzioni e associazioni culturali milanesi, intende restituire alla collettività la storia della nostra città come centro di una rete di solidarietà e inclusione sociale, dall’Unità nazionale ad oggi.

“Milano Attraverso” si presenta in Open House con l’apertura di tre luoghi: Palazzo Archinto, la Casa del Sole al Parco Trotter e la Casa dell’Accoglienza ‘Enzo Jannacci’.

Palazzo Archinto

Sabato 13 e Domenica 14 maggio, h. 10:00-18:00. Accesso libero senza prenotazione

Visite guidate
Sabato e Domenica: ore 10.30; 11.30; 12.30; 15.00; 16.00; 17.00.
Durata visita: 40′
Visitatori: 20 persone max
Le visite guidate porteranno a conoscere la storia e l’evoluzione dell’edificio attraverso i suoi cortili, lo scalone d’onore, la Quadreria e la terrazza.

A piano terra sarà liberamente visitabile l’atrio dell’Archivio Storico, che ospita una mostra documentaria sui luoghi di prima accoglienza che furono aperti a Milano tra la fine dell’Ottocento e il secondo dopoguerra: gli Asili notturni Sonzogno, i Ricoveri notturni Levi, il Dormitorio di viale Ortles (oggi Casa dell’Accoglienza ‘Enzo Jannacci’).

Una vetrina è riservata invece alla figura di Antonio Greppi (1894-1982) primo sindaco di Milano dopo la liberazione e in seguito presidente dell’Ente Comunale di Assistenza (Eca): a lui è dedicato in questo mese l’incontro Antonio Greppi, Milano e il welfare ambrosiano.

Sabato pomeriggio ci sarà inoltre un momento di sketchmob, a numero chiuso, per disegnare il cortile e il glicine in fiore.

L’invito è a continuare la visita in due luoghi che, sopravvissuti alle trasformazioni della città, ancora oggi raccontano storie di solidarietà e d’incontro: la Casa del Sole al Parco Trotter, in via Giacosa 46 (incrocio di culture diverse, tra via Padova e il mondo) e la Casa dell’accoglienza ‘Enzo Jannacci’ in viale Ortles 69 (dove si ammira il busto di Teresa Sonzogno, scultura del 1884 proveniente dai distrutti Asili notturni di via Sottocorno).

All’interno di Open House Milano, infine, aprono i portoni anche le due Fondazioni che sostengono “Milano Attraverso”: Fondazione Cariplo (Palazzo Melzi D’Eril in via Manin 23) e Fondazione AEM (Casa dell’energia e dell’ambiente in piazza Po 3).

I cortili e il glicine di Palazzo Archinto nel 1934 (a sinistra) e oggi (a destra)