Tra Adda e Naviglio della Martesana

Da Milano, con la MM 2, si raggiunge Vimodrone dove ha sede uno degli istituti dell’ASP Golgi-Redaelli. Da qui ha inizio il nostro itinerario lungo l’alzaia del Naviglio della Martesana.

Per chi fosse sprovvisto di bici propria, il percorso può iniziare da Cernusco sul Naviglio o da Gorgonzola (entrambi raggiungibili con la MM2), dove si trovano postazioni di bike sharing.

Si procede quindi verso la Cascina Misericordia di Bellinzago Lombardo, di proprietà dell’ASP Golgi-Redaelli, all’interno della quale hanno sede le aziende agricole delle famiglie Mapelli e Passoni. Presso l’Azienda agricola Mapelli, specializzata nell’allevamento bovino, è possibile acquistare latte e yogurt freschi, oltre a burro e formaggi di diverse qualità. La Fattoria Passoni all’allevamento bovino affianca quello suino, produce salumi, carni e yogurt acquistabili sia presso distributori automatici che contattando direttamente l’azienda. La visita comprende la degustazione dei prodotti e la possibilità di acquisto in loco.

Da Bellinzago si riprende l’alzaia del Naviglio verso la località di Trezzo sull’Adda per visitare il Castello Visconteo, la quadreria Crivelli recentemente aperta al pubblico nelle sale della Villa Comunale e la storica centrale idroelettrica Taccani.

Terminata la visita si riprende la via del ritorno. In alternativa da Trezzo si può raggiungere la frazione di Concesa dove si diparte la derivazione del Naviglio della Martesana dal fiume Adda. Da qui, attraversando il ponte sul fiume, si può raggiungere il vicino villaggio operaio di Crespi d’Adda nel comune di Capriate S. Gervasio, pregevole testimonianza di archeologia industriale e sito UNESCO.

Da Trezzo si può anche scegliere di raggiungere il vicino comune di Vaprio, dove all’interno della Casa del custode delle acque ha sede la galleria interattiva “Leonardo in Adda”.