I dipendenti

L’ingegnere Ercole Stagnoli (1762-1826) prestò il suo servizio prima presso il Consorzio della Misericordia e poi, a partire dal 1801, presso l’Amministrazione dei Luoghi Pii Elemosinieri.

Leggi la biografia

Giorgio Manzi (1798-1882), laureato in ingegneria a Pavia nel 1818, era allievo di Ercole Stagnoli. Iniziò a lavorare per l’Amministrazione dei Luoghi Pii Elemosinieri alla metà degli anni Venti del XIX secolo, occupandosi principalmente di progetti di miglioria del patrimonio fondiario dell’ente. Nel 1868 fu nominato ingegnere capo dell’Ufficio Tecnico della Congregazione di Carità. Collocato a riposo nel 1871, continuò a prestare la sua opera come consulente.

Leggi la biografia

Giuseppe Merlo

Giuseppe Merlo (morto nel 1919 a 88 anni) entrò alle dipendenze della Congregazione di Carità nel 1865. Dal 1869 gli vennero affidati l’impianto e la direzione del Ricovero di Mendicità, ricevendo alti riconoscimenti anche dalla Giunta Municipale per gli sforzi profusi nel rendere più funzionale la sede dell’ospizio nei locali dell’antico monastero di San Marco.

Camillo Golgi (1843-1926) fu Direttore medico presso la Pia casa degli Incurabili di Abbiategrasso dal 1872 al 1876: nel 1873, nel piccolo laboratorio istologico che aveva impiantato, compì la rivoluzionaria scoperta del metodo di colorazione dei tessuti nervosi che chiamò “reazione nera”, alla base degli studi che lo portarono a ricevere nel 1906 il Premio Nobel per la Medicina.

Leggi la biografia

Oreste Pagani

Oreste Pagani (1882-1938) era figlio di Angelo Pagani e Clotilde Strada. Nel 1906 fu assunto presso la sezione della Senavra del Ricovero di Mendicità. Dopo successivi avanzamenti di carriera, dal 1919 passò alla direzione dell’Istituto Derelitti, dove rimase fino alla fine del 1933, quando assunse la direzione del Ricovero di Mendicità (che nel frattempo aveva assunto il nome di Istituto Inabili a lavoro), incarico che mantenne fino alla morte.

Leggi la biografia

Carlo Tagliabue

CarloTagliabue (1888-1961) fu Direttore della Pia casa degli Incurabili di Abbiategrasso dal 1923 al 1946, dove avviò una importante “colonia agricola”. Al nome di Tagliabue è legato il salvataggio dalle persecuzioni antiebraiche di una trentina di donne, che egli fece nascondere fra gli ospiti della Pia casa durante l’ultimo anno della seconda guerra mondiale.

Leggi la biografia

Luigi Flumiani (1888-1972) iniziò a lavorare presso la Congregazione di Carità nel 1910, ricoprendo l’incarico di Archivista dal 1932 al 1946. Protagonista appassionato degli sport di montagna, divulgatore dello sci e della disciplina del salto dal trampolino, nel 1955 fu il primo italiano a ricevere dalla Federazione Internazionale dello Sci la qualifica di giudice internazionale.

Leggi la biografia

Rinaldo Marchesini (1904-1972) venne assunto nel 1928 presso la Pia Casa di Abbiategrasso, di cui divenne Direttore nel 1946. Dal 1949 al 1960 fu poi Direttore dell’IDAM – Istituto di assistenza ai minori di Milano: durante la sua attività presso l’Istituto milanese favorì le attività integrative dei ragazzi, per i quali creò un complesso musicale, fondando anche nel marzo 1954 l’Associazione degli ex allievi.

Angelo Pagani

Angelo Pagani (1918-1972) era figlio di Oreste, (già Direttore dell’Istituto Derelitti e poi dell’Istituto Inabili a lavoro fino al 1938) e di Luigia Bossi. Entrato anch’egli a lavorare per l’Ente, fu Direttore della Pia Casa di Abbiategrasso e poi dell’Istituto Inabili. Nel 1965 lasciò l’Eca per l’insegnamento universitario, diventando uno dei fondatori della facoltà di Scienze Politiche presso l’Università Statale di Milano.

Leggi la biografia

Ugo Cavalieri

Ugo Cavalieri (1918-2002), laureatosi in medicina e chirurgia a Bologna, iniziò a lavorare presso la Pia Casa di Abbiategrasso nel 1954. Durante il suo incarico quale Direttore medico furono introdotte nell’Istituto di Abbiategrasso fondamentali innovazioni in campo medico-geriatrico e in quello dell’assistenza agli anziani.

Leggi la biografia