La centralità della gestione del territorio agricolo e delle sue acque è sottesa alla “missione alimentare” svolta, nei confronti degli indigenti, dagli antichi Luoghi Pii Elemosinieri di Milano.
Nel corso dei secoli tale territorio andò sempre ampliandosi, grazie a lasciti e donazioni e ad un’oculata politica di acquisizione svolta dai principali luoghi pii (in particolare Misericordia, Quattro Marie e Loreto).
Alla fine del Settecento il Luoghi Pii Elemosinieri, nel loro insieme, possedevano oltre 67.000 pertiche di terreno, pari a circa 4400 ettari; numerose le possessioni superiori alle 1.000 pertiche: Novate, Pozzolo Martesana, Nesporedo, Zunico, Faino, Villarossa, Cascina Decima, Calvignasco, Badile e Tavernasco, appartenenti al Consorzio della Misericordia; Nova e uniti, Arluno e uniti e Vimodrone di proprietà del luogo pio di Loreto; Bellinzago, Limido, Caleppio, Pedriano, Casa di Dio e Montano, patrimonio del luogo pio delle Quattro Marie; Bareggiate, Cascine Doppie e Cicala del luogo pio della Carità in Porta Nuova; Toriggio e Casolate del luogo pio Melzi; Trognano appartenente al luogo pio della Divinità.

Andar per cascine

Attraverso la proposta di diversi itinerari nelle campagne intorno a Milano sarà possibile visitare alcune aziende agricole appartenenti all’ente e gustare prodotti alimentari genuini. Lungo gli itinerari proposti, da percorrere in auto o in bicicletta, sono segnalati altri luoghi culturalmente significativi.