Azienda di Servizi alla Persona (ASP) Golgi-Redaelli.

L’Azienda di Servizi alla Persona (ASP) Golgi-Redaelli si è costituita nell’ottobre del 2003 a seguito della fusione delle tre Istituzioni preesistenti, gestite dall’Amministrazione delle Ipab ex Eca di Milano: i Luoghi Pii Elemosinieri, l’Istituti geriatrico Redaelli con le due sedi di Milano e di Vimodrone, e l’Istituto geriatrico Golgi di Abbiategrasso, eredi di istituzioni operanti da oltre sette secoli nel territorio della Provincia di Milano nel settore dell’assistenza.

L’ASP Golgi-Redaelli è un ente di diritto pubblico – e tale connotazione ne ha profondamente caratterizzato e indirizzato l’attività istituzionale svolta a vantaggio delle classi più disagiate della popolazione – dotato di piena autonomia statutaria, regolamentare, patrimoniale, contabile e gestionale, che ha sempre finanziato con risorse proprie i suoi scopi istituzionali, ovvero, come disposto dallo statuto: «soddisfare i bisogni di salute, intesa nella più larga accezione del termine, riferibili alla popolazione anziana […]; di studio e ricerca, anche di carattere epidemiologico, clinico e sociale […]; di conservazione, valorizzazione e divulgazione del proprio patrimonio di interesse storico, artistico e culturale».

L’ASP Golgi-Redaelli opera su un’area che abbraccia il territorio di tre ASL lombarde e la sua attività, svolta prevalentemente nell’ambito dei servizi di assistenza e cura, è in particolare focalizzata sulle persone anziane, attraverso la gestione di diverse strutture specializzate:
– Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA, dotate di Nuclei Alzheimer), con oltre 700 posti letto destinati al ricovero di persone anziane affette da patologie croniche invalidanti;
– Strutture di Cure Intermedie (oltre 620 posti letto), per interventi di riattivazione e recupero funzionale in regime di ricovero, limitato alla durata del percorso di cura;
– Nuclei per soggetti in fase terminale (Hospice) e in stato vegetativo permanente (circa 40 posti letto);
– Servizi di Ospedale Diurno, Ciclo Diurno Continuo e Centro Diurno Integrato (oltre 150 soggetti assistiti giornalmente);
– Assistenza Domiciliare Integrata e prestazioni di Medicina specialistica in regime ambulatoriale in diverse branche, erogate da personale altamente specializzato anche a soggetti in età evolutiva.

L’Azienda promuove le proprie attività statutarie in stretta connessione con i soggetti pubblici presenti nel territorio in una logica di cooperazione, di condivisione delle responsabilità nella scelta degli indirizzi e di trasparenza nella ricerca di maggiore equità e accessibilità alle unità di offerta. Persegue la propria missione favorendo la partecipazione attiva del cittadino ai servizi, esercitata anche attraverso associazioni di volontariato e di tutela dei diritti (Comitati dei parenti degli ospiti e Associazioni di volontariato).
Presso i suoi servizi operano oltre 1500 persone tra dipendenti e collaboratori, che rappresentano la risorsa fondamentale e distintiva dell’Azienda, ai quali la stessa tende a offrire un contesto organizzativo capace di riconoscere, utilizzare, ricompensare e valorizzare adeguatamente le rispettive competenze e potenzialità.

XXX
Pergamena 600 x 100 XXX Ingresso Palazzo Archinto 600 x 100
L’Istituto geriatrico Piero Redaelli di Milano; in evidenza il Centro Riabilitativo, intitolato a Giovanni Paolo II
Il prospetto frontale dell’Istituto geriatrico Piero Redaelli di Vimodrone
L’Istituto geriatrico Camillo Golgi di Abbiategrasso; nella foto si notano i reparti di riabilitazione geriatrica e alzheimer
Veduta dei cortili di Palazzo Archinto e della loggia settecentesca, sormontata dalla pianta di glicine