Giuseppe Bossi (1925 – 2016)

Giuseppe Bossi con i genitori

Giuseppe Bossi nasce a Milano il 9 luglio 1925 da Luigi (Greco Milanese, 3 marzo 1901 – Milano, 26 settembre 1986) e Pierina Milesi (Ospedaletto Lodigiano, 29 gennaio 1902 – Milano, 21 maggio 1988), commercianti, proprietari di un negozio di generi alimentari e panetteria.
Dopo la licenza elementare conseguita alla scuola primaria maschile “Giulio Romano”, ubicata nell’omonima via, si iscrive alla scuola secondaria di avviamento professionale “Elia Lombardini” con indirizzo commerciale.
Inizia a lavorare giovanissimo, non ancora quindicenne, come apprendista alla Ferramenta Lombarda di Milano, intraprendendo successivamente l’attività di agente di commercio per conto di ditte diverse. Sarà questa la professione della sua vita, alla quale si dedicherà fino al raggiungimento della pensione.
Celibe e senza figli, dopo essere entrato come ospite nell’istituto geriatrico di via Bartolomeo d’Alviano nel 2010 decide di nominare suo erede universale l’ASP Golgi-Redaelli di Milano, a condizione che un ambiente del ricovero venga intitolato alla memoria di suo padre.
Giuseppe Bossi muore a Milano il 27 settembre 2016. In adempimento alle sue volontà, l’ASP Golgi-Redaelli intitola a Luigi Bossi la sala incontri della struttura di via Bartolomeo d’Alviano.

(testo di Maria Cristina Brunati)

L’ASP Golgi-Redaelli ha dedicato a Giuseppe Bossi una biografia illustrata.